Una cenetta dal giapponese

Il 15 luglio 2016 era venerdì e il consorte mi aveva proposto una cenetta dal giapponese.

Un locale molto piccolo, nessuna formula all you can eat ad attirare orde di barbari urlanti.

Il posto perfetto per una seratina romantica ma senza troppe pretese. Così, senza troppe pretese mi ero vestita carina e avevo tentato di arricciarmi i capelli, consapevole del fatto che sarebbero ritornati lisci prima della fine della cena.

Arrivati al ristorante cerchiamo di trattenerci dall’ordinare tutto il menù, sia per evitare di fare la parte di quelli che si ingozzano quando vano a cena fuori, sia per evitare di diventare irrimediabilmente poveri.

Cominciamo la cenetta con qualche nigiri, qualche pezzo di sashimi e due bei calici di vino bianco freddo.

cenetta dal giapponese

Ero proprio contenta della bella serata.

Tra un sorso di vino e un pezzo di pesce chiacchieravamo rilassati del più e del meno.

Così venne fuori un buffo episodio accaduto qualche anno fa:

“Ti ricordi quando, per i miei 30 anni, mi hai portata a cena dal giapponese e io ero così ubriaca che, quando stavi per darmi il regalo credevo che avresti tirato fuori un anello?”

Ridiamo ripensando alla grottesca scenetta e continuiamo a chiacchierare e mangiare.

Altri pezzi di pesce, altri calici di vino, qualche rolls impanato e fritto.

E’ stato subito dopo il fritto che lo hai fatto davvero.

Mi hai guardata con un sorriso strano e hai cominciato a dire delle cose poco chiare.

Hai messo una mano in tasca e hai tirato fuori una scatoletta blu.

Sono riuscita a ridere e piangere contemporaneamente e invece di dire “Si” come nei film, ho detto “Sei pazzo!”

Eri uscito a cena con la tua quasi normale fidanzata e, con un solo semplice gesto, ti sei ritrovato seduto difronte alla versione boccolosa di Gollum.

Stringevo tra le mani il mio tesssoro, mentre timidamente cercavo di darmi un tono per chiederti:

“Quando?”

Ma la risposta giusta poteva essere solo una.

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] a quando non mi hai chiesto di sposarti… e al mio Quando la risposta è stata […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.